Waboba: la pallina che rimbalza sull’acqua!

Tutto inizia nei primi anni ’80 quando l’inventore svedese, Jan von Heland, gettò un frisbee alla rinfusa su una pozzanghera dando vita a un balzo sulla superficie.

Negli anni ’90 nasce Waboba quando Jan scoprì che una palla saltava bene sull’acqua se aveva la giusta densità e morbidezza.

Trascorsero molti anni di calcoli e test prima di raggiungere la formula giusta affinché una palla saltasse sull’acqua.
Il risultato fu così innovatore che si aggiudicò un brevetto. Nel 2005 Waboba fu ufficialmente lanciato.

Da allora, il prodotto è cresciuto tanto da divenire universale. Così oggi possiamo divertirci diversamente quando andiamo al mare. Basta coi soliti frisbee o con i palloni che vengono semplicemente lanciati e con i quali è un po’ difficile giocare in acqua.

Da oggi in poi un articolo pensato appositamente per l’acqua! Questa particolarissima sfera, grande quanto una pallina da tennis, può anzi deve essere scagliata contro la superficie liquida per poterla vedere in azione.

Una volta lanciata, la stessa si comporterà come una normalissima pallina gettata su una superficie dura. Rimbalzerà sorprendentemente e permetterà a voi e ai vostri amici di svagarvi come volete e di ingegnarvi per decidere a quale gioco dar vita.

Potreste, per esempio, comporre delle squadre di almeno tre elementi i quali dovranno lanciarsi la palla facendola rimbalzare almeno una volta sull’acqua.
Si dovrà, poi, impedire che l’avversario riesca a prendere la pallina. Quando tutti i membri di una squadra avranno preso la pallina almeno una volta senza interruzioni guadagneranno un punto.

Il costo di Waboba si aggira intorno ai 5 €.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!