“Like”, “Dislike”, da oggi non solo da cliccare ma da timbrare!

Con lo spadroneggiare di Facebook, il social network più popolare degli ultimi anni, i suoi loghi sono diventati vere e proprie icone della comunicazione, non solo virtuale ma reale. Come il simbolo del pollice all’insù per indicare “mi piace” che è tra le applicazioni più apprezzate.

Ma usare il pollice per indicare un parere è un gesto che ha origini storiche anche parecchio controverse. Nell’Antica Roma era l’Imperatore che servendosi della gestualità della mano condannava a morte o risparmiava la vita di un gladiatore. Il segno con il quale l’Imperatore comunicava la sua decisione è stato oggetto di parecchie discussioni ed equivoci: c’era chi sosteneva che usasse il metodo del pollice rivolto verso l’alto o verso il basso (il famoso “pollice verso”), chi invece affermava che si servisse del sistema “mano aperta”, “mano chiusa”, chi ancora asseriva che per dare la morte l’Imperatore avvicinasse il pugno chiuso con il pollice in fuori orizzontalmente verso la gola.
A ogni modo ai giorni nostri si è decretato che il pugno chiuso con il pollice rivolto  verso l’alto sta ad indicare approvazione, “mi piace”, il pollice rivolto verso il basso disapprovazione, “non mi piace”. Una coppia di timbri autoinchiostranti con i due simboli stile pollice di Facebook “Like” (mi piace), “Dislike” (non mi piace) sono un simpaticissimo gadget per commentare foto, documenti e quant’altro anche nella realtà, basta usarli per timbrare le cose che “ci piacciono” e che “non ci piacciono”! Il set è composto da due timbri (uno “Like”, l’altro “Dislike”) di dimensioni 8 x 6.5 x 3 cm, sono autoinchiostranti e reggono fino a 5000 stampe.
I simboli più cliccati per apprezzare o disapprovare, fuoriuscendo dal virtuale, inchiostreranno tutto ciò che vorrete!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!