Giocare a scacchi in verticale con il “quadro scacchiera”

Ci sono certi giochi che per il loro fascino risultano sempre al passo coi tempi tanto da resistere nei secoli. Uno dei gioghi più popolari al mondo, giunto in Europa attorno all’anno 1000 circa, ma con origini ben più antiche, è il gioco degli scacchi.

È un gioco divertente ma ciò che gli conferisce attrattiva è il coinvolgimento che richiede, bisogna pensare, calcolare, valutare tutte le numerose combinazioni possibili e fare la mossa, l’obiettivo finale è lo “scacco matto” al Re, attaccare il Re avversario senza possibilità di scampo.

Da sempre le classiche scacchiere si presentano come un piano orizzontale composto da 64 caselle, di due colori alternati, dette “bianche e nere”, sulla quale all’inizio si trovano 32 pezzi, 16 per ogni “colore”, e per ciascuna squadra sono un Re, una Regina, due Alfieri, due Cavalli, due Torri, otto Pedoni, tutti pezzi da muovere attraverso le caselle sul ripiano, seguendo una studiata tattica.

Che ne pensate di giocare a scacchi, stesse regole, stessi pezzi, ma da una prospettiva diversa? In verticale! Si sa, cambiare prospettiva alle cose alle quali si fa l’abitudine rinnova l’interesse e “l’incanto” delle stesse.

Così la vera e propria arte che si nasconde dietro al gioco degli scacchi diventa un quadro! Questo originale set da scacchi è da appendere alla parete, il piano da gioco è in legno pregiato con tanto di cornice esterna, i pezzi da muovere per giocare sono poggiati su una serie di piccole mensole. Il “quadro” è complessivamente alto 86 cm e largo 55 cmq. Appendere la vostra scacchiera al muro vi regalerà un’interessante “rilettura” del gioco in un’altra prospettiva e risulterà un raffinato accessorio d’arredo, un quadro, un’opera d’arte ma in continuo movimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il codice!